Storia dell’adozione

Print Friendly

Moffat Beach Sunrise, ph Paul Balfe, (c.c. Flickr)

Avviamo con questo primo articolo, un filone di ricerca sulle tracce socio-storiche dell’istituto dell’adozione, arrivando là dove tutto ha avuto inizio.

Introduzione alla storia dell’adozione

Conoscere l’adozione aiuta l’adozione, recita uno degli slogan della nostra associazione ItaliaAdozioni!

Perché allora non conoscere e divulgare la storia dell’adozione?

 

Non risulta dalla ricerca bibliografica una vera e propria storia dell’adozione, esistono documenti che ne evidenziano caratteristiche e contenuti in una precisa epoca, altri che tentano di individuarne l’evoluzione attraverso i secoli.

Lungi dall’idea di proporvi un trattato o un bigino, è nostra intenzione presentarvi alcuni articoli in cui focalizzare gli elementi di continuità e di cambiamento nel tempo, a partire dall’antichità nel mondo occidentale fino alla nostra epoca, non trascurando suggestive interpretazioni collegate alle civiltà orientali, convinti che l’adozione sia un evento naturale appartenente per alcuni aspetti anche al mondo animale.

Conoscere la storia delle vicende umane, si sa, è qualcosa di imprescindibile per comprendere l’attualità e per progettare il futuro e l’adozione non può essere esente.

 

Un dato certo è che l’adozione – nel suo significato più ampio di ammissione in famiglia di una persona estranea – è cominciata millenni fa e come tale appartiene alla storia dell’essere umano.

 

Tracce di ciò che oggi definiamo sistema adottivo si ritrovano nel Codice di Hammurabi, risalente al XVIII secolo a.C. Questo documento costituisce una fra le più antiche raccolte di leggi scritte conosciute nella storia dell’umanità riguardante la vita di quel tempo, comprensiva dei rapporti familiari, commerciali ed economici, oltre che dell’edilizia, delle regole per l’amministrazione della cosa pubblica e della giustizia in Mesopotamia.

 

Nella cultura greca in epoca classica, l’adozione – attraverso la mitologia e il diritto – ha assunto significati che sono ancora attuali e utili per comprendere la complessità e l’intreccio fra una dimensione privata e affettiva, qual è la relazione fra padre/madre e figlio, ed una pubblica e istituzionale che la regolamenta.

 

Nell’immaginario collettivo l’adozione è sempre presente: dai racconti mitologici, vedi ad esempio l‘Iliade, dove ricorre l’angoscioso tema dell’oblio del proprio nome in assenza di figli, ai recenti Tarzan o Mowgli del Libro della Jungla, tanto da poter affermare che si racconta l’adozione  ai bambini anche attraverso l’osservazione del comportamento animale!

 

A cura di  Paola Modena

 

 

Cenni di storia dell’adozione tratti dal libro “ADOZIONE OGGI Percorsi di resilienza” – G. Facchi, M.C. Gislon, M.  Villa – Edizioni Mimesis, Milano, 2017

 

A proposito dell'autore

ITALIAADOZIONI
Redazione