L’accoglienza fuori famiglia, con gli occhi di chi la vive

Print Friendly

L’annunciata riforma della legge sulle adozioni dovrebbe ripartire da qui, dall’ascolto di questi ragazzi fra i 16 e i 25 anni che hanno vissuto o stanno ancora vivendo in comunità di accoglienza, case famiglia o in famiglie affidatarie. In ogni caso, lontani dalla loro famiglia d’origine: e se sono fuori, significa che dentro quella famiglia hanno comunque vissuto un’esperienza difficile, quale ne sia la ragione. Questi ragazzi raccontano “l’accoglienza con i nostri occhi”, che è un punto di vista imprescindibile per comprendere davvero cosa funziona e cosa no nei servizi di accoglienza eterofamigliare e quali modifiche sarebbe opportuno apportare. Leggi di più

Fonte: Vita.it
Tag: ,

A proposito dell'autore

admin
.