La fabbrica dei bambini

Print Friendly

“E se il bambino è difettoso? Ci sono casi di abbandono da parte dei committenti, come Bridget, nata prematura, oggi in istituto a Kiev (…) ha tre anni, soffre di una serie di disabilità intellettive e motorie ed è pure orfana, perché i genitori americani che hanno pagato una ragazza ucraina per metterla al mondo si sono rifiutati di adottarla”".

Leggi di più

A proposito dell'autore

ITALIAADOZIONI
Redazione