«Io, bambino disabile, l’ultimo a essere adottato»

Print Friendly

Fabio era uno di loro. Uno di quei bambini non riconosciuti dai genitori, ricoverati in un istituto, in attesa di essere adottato. Ma, perché disabile, fra gli ultimi a trovare una famiglia che lo accogliesse. Lo segnala l’Anfaa, l’associazione nazionale delle famiglie adottive e affidatarie…leggi di più

Fonte: Vanity Fair

A proposito dell'autore

admin
.