Lettera di Roberta Bosisio

(Voglio spiegarti la parola abban…DONO!)

Caro Alberto.

io e Michele abbiamo desiderato di essere la mamma ed il papà di un bambino bello e felice come te.

Purtroppo però sapevo che per realizzare questo nostro sogno doveva accadere una cosa che tante persone giudicano male: una donna avrebbe dovuto abbandonare un bambino. E questa parola abbandono da sempre pensare a qualcosa di brutto e cattivo.

Noi invece siamo convinti che dentro a questa parola ci sono tanti altri significati belli; e che nascondono anche delle buone intenzioni.

Per noi infatti è stato proprio così!

Tu sei stato abbandonato ma sei nato per esserci donato.

Come per magia l’abbandono si trasforma in un dono: questo è quello che succede quando un bambino viene adottato. Ed è quello che è successo anche a te!

Se la tua mamma si nascita non ti avesse abbandonato noi non ci saremmo mai potuti incontrare e non avremmo mai potuto fare tutte le cose belle che ci fanno divertire ed essere felici ogni giorno.

Noi non sappiamo le motivazioni che hanno portato questa donna a non tenerti con se. Sappiamo per certo però che erano motivazioni da adulti.

Noi ci sentiamo di ringraziarla perché è stata molto brava a farti crescere nella sua pancia ed a farti nascere bello e forte come sei. Di sicuro tu puoi ritenerti un bimbo fortunato perché ti ha fatto due regali importantissimi: la vita facendoti nascere e la possibilità di viverla (abban)donandoti in adozione!

Sappiamo che quando sarai più grande vorrai sapere e capire tante cose che magari resteranno inspiegabili. Ti porrai sicuramente tante domande ma noi ti promettiamo che potrai sempre contare sulla nostra comprensione e collaborazione per avere tutte le risposte possibili.

I tuoi ADO(rabili) genitori
Roby e Michy.

Presentazione del progetto alla pagina: Lettere dal Festival.
Tutte le lettere:

Nota: L’ordine di pubblicazione non segue alcun criterio di merito

Contenuti e immagini in collaborazione e concessione del

Print Friendly

A proposito dell'autore

ITALIAADOZIONI
Redazione