Lettera di Angela Losano

Caro Ale,
forse sei ancora troppo piccolo per leggere adesso, che non hai ancora 10 anni, una lettera importante come questa!

Quando la rileggerai, magari “da grande”, queste poche righe ti faranno capire quanto sei stato importante, proprio tu, nella mia vita di “nonna”.

Sei arrivato che avevi solo 11 giorni e già mentre confezionavo il fiocco azzurro per il portone di via Col di Lana ho sentito che saresti stato tu il mio nipote PREFERITO.

Anche io, come mamma e papà, ti aspettavo già da molti mesi e quando i miei occhi hanno incrociato i tuoi “fanali” azzurro-cielo, ho capito che si sarebbe trattato proprio di “amore a prima vista” tra noi due.

Naturalmente non eri solo bello, ma … bellissimo!!

Nell’arco di questi tuoi primi 10 anni abbiamo fatto insieme un sacco di belle cose: disegnato, ritagliato, costruito, giocato, cucinato e inventato favole incredibili (ti ricordi il nostro quaderno con le “storie di lupi usciti dalle favole” manoscritte da me su tuo suggerimento e illustrate una per una dalla tua manina sinistra).

Abbiamo anche fatto d’estate lunghe passeggiate in montagna con golosi pic-nic e sempre in compagnia di un tuo inseparabile aereo!

D’inverno, invece mi hai spesso trascinata, con gli sci ai piedi, per stradine e boschetti pieni di salti.

Abbiamo visto tanti bei film (anche con occhiali 3D, ricordi “Piovono polpette”!??!!) e ci siamo anche mascherati insieme per carnevale (tu naturalmente eri Zorro e lasciavi Z ovunque!!!).

Nell’arco degli ultimi anni, ormai grandicello, sovente mi hai chiesto un po’ pensieroso e un po’ preoccupato: “Ma tu mi vuoi bene, nonna?” allora ecco “il perché” di questa lettera: vorrei che fosse la risposta esaustiva alla tua domanda e che dovrà accompagnarti per sempre.

Il mio affetto dal giorno in cui sei arrivato, continua ancora oggi mentre seguo il tuo iter scolastico, mentre sento i tuoi racconti dopo le “uscite” scout, mentre ti guardo nuotare al largo (con molta trepidazione, date le mie scarse doti acquatiche, che tu ben conosci!), mentre assisto ai tuoi spettacoli teatrali, mentre ti sento ripetere le lezioni di storia e geografia.

Ho quindi un grande bagaglio di bellissimi ricordi tuoi, di indimenticabili momenti del tuo grande affetto per me. E proprio con questo tuo meraviglioso bagaglio che partirò quando sarà la mia ora…

Tu non essere triste e in quel momento pensa alle nostre belle risate, alle nostre barzellette e ai nostri … segreti.

Sei tu il mio nipote preferito al quale voglio e vorrò sempre un bene grande, grande, grande!

La tua nonna preferita

Angela

Presentazione del progetto alla pagina: Lettere dal Festival.
Tutte le lettere:

Nota: L’ordine di pubblicazione non segue alcun criterio di merito

Contenuti e immagini in collaborazione e concessione del

Print Friendly

A proposito dell'autore

ITALIAADOZIONI
Redazione