Qualche consiglio per i genitori

Spesso i coniugi, di fronte alla situazione valutativa, si sentono fortemente a disagio e attuano, senza volerlo, comportamenti che possono disturbare una relazione serena con la psicologa e l’assistente sociale dei Servizi.  Potrebbero diventare eccessivamente  rigidi e diffidenti, o avere difficoltà ad aprirsi e a raccontare parti di sé e della loro vita.

Qualche consiglio  per affrontare nel modo più sereno possibile il percorso di indagine con i Servizi Sociali:

    • Non cercate di essere diversi da quello che siete. Con franchezza e disponibilità, mettetevi in gioco e cercate di essere sinceri e autentici.
    • Siate disponibili a mettervi in discussione,  a rivedere le vostre attuali certezze e i vostri punti di vista.  Accettate le proposte  e le domande degli operatori dei Servizi come strumento per crescere e maturare.  Gli operatori hanno, il più delle volte, conosciuto molti genitori e bambini adottivi, e visto tante situazioni difficili:  considerate i colloqui  stimoli preziosi per proseguire nel percorso con maggiore consapevolezza.
    • Tenete presente che cercheranno di valutare la vostra tolleranza alla frustrazione: se vi irriterete per qualche domanda un po’ più intima o per qualche provocazione, avrete da percorrere una strada tutta in salita!
    • Un elemento importante nell’indagine sarà quella relativa alla vostra relazione di coppia: cercheranno di capire la vostra capacità di dialogare e confrontarvi  e di essere l’uno per l’altro fonte di sostegno reciproco.  La  capacità di “tenere” come coppia anche nei momenti di maggiore difficoltà durante il percorso (e ce ne saranno…)  è  certamente uno dei tanti punti di forza delle  relazioni adottive meglio  riuscite. Cercate perciò di investire energie nella vostra coppia e nella vostra relazione, imparate a parlare, a discutere, a confrontarvi e a sostenervi a vicenda.
    • Affrontate infine questi colloqui con serenità, considerateli  un’occasione preziosa per riflettere sulle vostre motivazioni e per approfondire le problematiche relative alle situazioni che affronterete di lì a qualche anno.

Se riuscirete ad affrontare questa delicata fase con serenità, disponibilità e apertura, questo periodo potrà essere, per voi,  l’inizio di un percorso che vi darà grandi gioie, e gli operatori potranno rivelarsi  validi alleati nella costruzione di una famiglia unita e felice, capace di superare le inevitabili difficoltà che si presenteranno nel corso della vita con coraggio e amore.

Mariangela, psicologa.

Print Friendly

A proposito dell'autore

Mariangela Corrias
Mamma biologica, psicologa, esperta in Psicologia dello sviluppo e dell'educazione https://mariangelacorrias.wordpress.com/