«Troppe strutture accreditate»

Prima del lavoro di prospettiva, c’è l’urgenza di metter mano a quello di ripristino della commissione. La Cai, la Commissione per le adozioni internazionali, ha infatti bisogno di un profondo intervento di ristrutturazione, dopo la gestione dell’ultimo triennio contraddistinta da un immobilismo accompagnato da profonde polemiche. Leggi di più 

Print Friendly
Fonte: Il Sole 24 ore

A proposito dell'autore

Barbara Scandella