Lettera di Raffaella

Print Friendly

Una nuova lettera inedita delle scorse edizioni di “Lettera di un’adozione”. Quest’anno scrivi A chi ha cambiato la tua storia. Clicca qui per il bando 

Dolce Tesoro

oggi passeggiavo con te in un Centro Commerciale e come succede ormai da otto anni, cercavo la nostra immagine riflessa nelle vetrine.

Ancora oggi, di fronte alla nostra immagine, un turbinio di emozioni sale dal cuore fino alla gola. Sfocia in un sorriso sulle mie labbra e poi prendo la scusa di schioccarti un sonoro bacio sulla testa.

Quel nostro modo di camminare che tanto adoro: un tuo braccio attorno alla mia vita ed il mio sulle tue spalle.

C’è poco da fare: mi sento la donna più felice dell’Universo.

In quegli attimi rivivo tutto il nostro percorso; lo sento sulle spalle con tutto il suo enorme e magnifico peso.

Ma come si fa a descriverti tutto ciò?

Non bastano le parole, non ne sono ancora state inventate.

La mia vita, il giorno del nostro incontro, ha subito una svolta che nemmeno potevo immaginare. Sei stato capace di ridarmene una nuova. Una vita incredibile, un amore tanto forte che talvolta mi spaventa.

Mi hai fatto crescere, mi hai insegnato la semplicità, mi hai insegnato a combattere sempre, mi hai regalato i sorrisi più spontanei……. hai fatto di me una vera madre!

Proprio qualche giorno fa mi hai chiesto se fosse difficile il mestiere di genitore. Cercai di spiegarti che in effetti è il mestiere più difficile del mondo, che ogni genitore cerca di mettercela tutta, ma pur non volendo, a volte sbaglia.

E ieri sera prima di dormire, come il tuo solito a sorpresa, mi hai detto: “Sai mamma, se avessi potuto scegliere, avrei scelto proprio te. Buonanotte mamma speciale”.

Ecco tesoro mio, la risposta alla tua domanda, l’hai trovata da solo.

Essere genitore è durissimo, arrivi alla sera stremata dopo una giornata trascorsa di corsa con il mollettone in testa (perché a volte ti dimentichi di essere anche donna oltre che madre), ma di fronte ad una tua buonanotte così, resti senza nemmeno il fiato per rispondere e il giorno dopo torni ad essere una leonessa con ancor più energia del giorno precedente.

E quando mi dicono che non sono la tua vera madre, non mi arrabbio nemmeno più. Mi viene solo da sorridere.

Come potrei spiegare alle persone che quello che ci lega, va ad di là del legame di sangue? Non ne sarei in grado amore mio infinito.

Forse, se tutti osservassero attentamente il nostro modo di guardarci negli occhi, capirebbero che il sentimento che ci lega è qualcosa di indissolubile, di profondo, di infinito.

È amore! Semplicemente vero amore!

Un amore in grado di essere sempre più forte di tutto e tutti.

Ricordo bene il tuo sguardo quel primo giorno. Piango ancora oggi quando mi viene in mente. Uno sguardo spento, vuoto, triste, buio.

Non fu facile!

Quello sguardo e i primi periodi mi feriscono ancora.

Rinnovo il mio “si”, detto il giorno dell’abbinamento, ogni secondo della mia giornata.

Lo rinnovo quando ti porto a fisioterapia 3 volte a settimana. Lo rinnovo quando mi trovo in aula di tribunale perché io e tuo padre abbiamo fatto causa alla scuola e al comune, per giochi non inclusivi, installati a scuola, che non riesci a usare, lo rinnovo di fronte alle tue infinite domande alle quali non sempre posso rispondere, lo rinnovo ogni volta che guardo quei tuoi occhi a mandorla che sembrano disegnati.

Quello zainetto pesante che porti sulle spalle, non possiamo portarlo noi; toccherà a te un giorno aprirlo e fare i conti con quel che ci troverai dentro. Noi però ti doneremo la forza e la capacità di aprirlo serenamente. E ti saremo accanto se quel pezzo di puzzle mancante si contorcerà dentro di te come un animale feroce.

Insieme lo sconfiggeremo!

Questa è la mia promessa figliolo adorato. Un eterno si!!

Si tesoro, hai capito bene: PER SEMPRE!

Noi abbiamo scelto di essere proprio la tua mamma e il tuo papà e così sarà per sempre.

Come tutte le fiabe amore mio, deve esserci la parte buia, ma il sereno torna sempre e così sarà: PER SEMPRE.

La tua mamma

Raffaella Meroni

A proposito dell'autore

ITALIAADOZIONI
Redazione