15mila euro per un bambino che non potevamo adottare

Print Friendly

Tra Italia e Kirghizistan un’organizzazione avrebbe truffato gli aspiranti genitori italiani. Il 2 febbraio si tiene a Savona l’udienza preliminare. Quattro persone, tra cui la presidente dell’ente Airone e i suoi referenti kirghisi, sono accusati di truffa. (…) Venti coppie italiane si presentano in tribunale come le vittime di quella che potrebbe essere una delle peggiori truffe sulle adozioni in Italia.

 

Leggi di più

Fonte: Linkiesta.it

A proposito dell'autore

admin
.